La sicurezza di un Ospedale, il comfort di una clinica Privata

Laparoscopia: funzionamento, strumentazione e vantaggi

Oggi parliamo di una tecnica chirurgica moderna che permette al medico operante di curare diverse patologie a livello della cavità addominale e pelvica senza dover ricorrere ad ampie incisioni chirurgiche; si tratta dell’intervento in Laparoscopia.

In questo articolo tratteremo l’argomento spiegando quali sono i vantaggi per chi si sottopone a questo tipo di intervento e perché i medici decidono di approcciarsi con questa tecnica.

Laparoscopia: come funziona il laparoscopio

Come già in parte anticipato, la laparoscopia è un intervento mini-invasivo che prevede la realizzazione di un numero minimo di incisioni che permettono di introdurre uno strumento professionale chiamato laparoscopio; da qui deriva il nome dell’intervento.

Ovviamente il laparoscopio non è l’unico strumento utilizzato per questo tipo di intervento ma, esso, è decisamente lo strumento più utilizzato durante tutto l’arco della procedura.

Il laparoscopio ha la forma di una cannuccia per bere drink; alla sua estremità sono presenti una serie di fibre ottiche che svolgono due funzioni:

  • Illuminare il passaggio
  • Mostrare cosa c’è all’interno grazie a una micro telecamera

Tutto ciò che viene illuminato e ripreso dallo strumento viene mostrato istantaneamente sul monitor del dottore che valuta a mano a mano l’andamento dell’intervento.

A oggi, grazie alla laparoscopia diagnostica è diventato possibile individuare moltissime condizioni morbose come ad esempio:

  • Appendicite: si tratta di un’infiammazione di un piccolo tratto dell’intestino crasso.
  • Cisti ovarica: simile a una piccola sacca piena di liquido che si forma intorno o all’interno delle ovaie.
  • Endometriosi: malattia comune tra le donne caratterizzata da presenza di tessuto endometriale collocato all’esterno dell’utero.
  • Malattia infiammatoria pelvica: si tratta di un processo infiammatorio circoscritto nella zona degli organi riproduttivi della donna. Questa patologia è dovuta a vari agenti infettivi  come Chlamydia Trachomatis, Mycoplasma homini e Neisseria gonorrheae.
  • Fibroma uterino: si tratta di un tumore benigno che si forma intorno o all’interno dell’utero.
  • Tumori maligni della zona pelvica o addominale: grazie alla laparoscopia si possono scoprire tumori su organi come fegato, pancreas, reni, ovaie, dotto biliare e cistifellea.
  • Criptorchidismo: termine tecnico che indica la mancata discesa di uno o entrambi i testicoli dalla cavità addominale allo scroto.
  • Gravidanza ectopica: termine tecnico che indica che è in atto una gravidanza extrauterina (che avviene fuori dall’utero) o intrauterina (che avviene in una sede non adeguata).

Inoltre, grazie all’intervento in laparoscopia, in caso di tumore, è possibile prelevare dall’organo malato un piccolo campione di cellule che potrà essere analizzato in laboratorio con la biopsia.

Quando ricorrere alla laparoscopia

Generalmente possiamo dire che in ambito diagnostico si prediligono le procedure non invasive come:

  • Risonanza magnetica nucleare (RMN)
  • Ecografia

Può accadere però che queste procedure non forniscano abbastanza risposte, per questo il medico è obbligato a optare per altre metodologie cioè la chirurgia.

Nonostante l’intervento laparoscopica sia un intervento minimamente invasivo, resta pur sempre un intervento che come tale prevede:

  • Una procedura chirurgica pre-operatoria: Nei giorni che precedono l’intervento, il paziente deve recarsi presso la clinica curante nella quale effettueranno tutti gli esami di routine per conoscere tutta la situazione di partenza del paziente. Si tratta dei cosiddetti controlli clinici conoscitivi che hanno lo scopo di informare sia il medico che il paziente su tutte le procedure da attuare. Durante questa fase si eseguono:
    • Esame obiettivo accurato
    • Anamnesi
    • Controllo dei farmaci
    • Analisi del sangue
    • Elettrocardiogramma
  • Anestesia
  • Incisione della pelle
  • Preparazione all’intervento sia da parte del medico che del paziente
  • Fase post-operatoria
  • Fase post-operatoria

Si può concludere dicendo che rispetto alla chirurgia invasiva con la laparoscopia si hanno diversi vantaggi come:

  • ospedalizzazione corta
  • guarigione più veloce
  • meno dolore
  • meno perdite di sangue successivamente all’operazione
  • cicatrici meno evidenti

Intervento in Laparoscopia: affidati agli esperti di Nuova Clinica Annunziatella

Per avere maggiori informazioni o prenotare un intervento in Laparoscopia contattaci via telefono al numero,  06-51.05.8500 via mail all’indirizzo info@annunziatella.com o consultare la pagina contatti.

Ti risponderemo il prima possibile.

ISCRIVITI ALLA
NOSTRA NEWSLETTER

Call Now ButtonChiama